Progetti dall’Estero

La Rete Trapiantologica italiana ha mostrato di avere una particolare vocazione nel campo della cooperazione sanitaria internazionale, testimoniata dall’impegno in innumerevoli progetti e iniziative internazionali, nel corso dei quali moltissimi esperti della rete sono stati coinvolti.

Negli ultimi dieci anni l’Europa dei trapianti si è evoluta in modo significativo da un punto di vista istituzionale, organizzativo e di relazioni internazionali. In seguito all’approvazione di una serie di direttive, prima nel settore dei tessuti Direttive 2004/23/EC, 2006/17/EC, 2006/86/EC) e poi degli organi (Direttiva 2010/53/EU), si è reso necessario iniziare percorsi comuni di confronto tra Paesi, soprattutto nell’ambito delle procedure volte ad assicurare livelli omogenei di qualità e sicurezza.

Da questo punto di vista la creazione di un organismo nazionale come il Centro Nazionale Trapianti (CNT), candidato naturale a supportare il Ministero della Salute nello svolgimento del ruolo di autorità competente per questi settori a livello europeo, ha consentito all’Italia di adeguarsi rapidamente ai livelli di efficienza di altri grandi Paesi europei, quali la Spagna e la Francia.
Nell’ambito dei propri compiti, il CNT “promuove e coordina i rapporti con le organizzazioni estere di settore” attraverso due modalità strettamente connesse: il coordinamento o la partecipazione a progetti internazionali e l’attuazione di accordi di cooperazione sanitaria internazionale di vario tipo.

Fonti:
Di Ciaccio P, Venettoni S, Ferraro C, Mattucci DA, Delvecchio C, Rizzato L, Nanni Costa A. The Italian National Transplant Centre: a dynamic and international sight. Organs and tissues 2004; 7(3): 185-87.

Nanni Costa A, De Cillia C, Di Ciaccio P, Rizzato L, Venettoni S. Solid organ transplantation: the Italian experience in the international contest. Transplantation Proceedings 2011; 43(6): 2446-7.

MTN
MTN
Cerca nel sito

Copyright © 2015 - Un progetto del Centro Nazionale Trapianti - Una produzione Think2it