9 novembre 2017 | numero 157

Un progetto del Centro Nazionale Trapianti

Dall’American Transplant Congress i temi caldi del prossimo futuro

Mitocondri definiti “onnipotenti”, microbiota intestinale, sistema immunitario innato, cellule T regolatorie. Sono questi i temi più “caldi” trattati a Chicago.

Stent ureterale nel trapianto di rene, si o no?

Il posizionamento di uno stent ureterale fornisce un’impalcatura ottimale all’anastomosi e può ridurre significativamente le complicanze.

Tessuto epatico modificato che si espande dopo il trapianto e che potrebbe curare patologie, come cirrosi ed epatite, spesso causa d’insufficienza d’organo.