1 dicembre 2016 | numero 118

Un progetto del Centro Nazionale Trapianti

Cinquanta partecipanti da 15 Paesi del mondo in meeting a Roma: una due giorni di confronto e lavoro sulla Notify Library.

Questa popolazione sta crescendo in modo significativo nonostante la complessità che spesso presentano i pazienti e le ulteriori difficoltà che si generano per l’assegnazione d’organo.

Lo shunt portosistemico intraepatico transgiugulare con stent ricoperti prolungherebbe la sopravvivenza libera da trapianto nei pazienti cirrotici con asciti refrattarie e/o ricorrenti.