15/03/2018

Trapianti, via libera alla donazione di organi tra pazienti HIV-positivi

Il Centro Nazionale Trapianti sottolinea “lʼimportanza sociale” della decisione, che “annulla ogni discriminazione nei confronti dei soggetti sieropositivi”.

“E’ in via di pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale il protocollo che permette la donazione di organi tra pazienti positivi al virus Hiv”.

Lo ha annunciato il direttore del Centro nazionale trapianti, Alessandro Nanni Costa, sottolineando “l’importanza sociale della decisione, che toglie un fattore di discriminazione al soggetto sieropositivo, ovviamente senza modificare la sicurezza con cui viene effettuato un trapianto”.

“Di fatto anche per il virus Hiv è ora possibile utilizzare pienamente il donatore con patologia, come già avviene per donatore Hcv, ora utilizzabile per altri donatori Hcv”, ha spiegato Nanni Costa.

In Italia l’attività di trapianto è concentrata in 42 ospedali. Nel 2017 rispetto al 2015 i trapianti sono cresciuti del 20% e si è registrato un aumento del 20-30% dei donatori a cuore fermo.

“Abbiamo un buon livello di donazioni pediatriche per le quali i tempi di attesa, soprattutto per il fegato, sono inferiori grazie allo split, abbiamo poi introdotto nuovi criteri per una autorizzazione specificatamente pediatrica”, ha affermato ancora il direttore del Centro nazionale trapianti.

Fonte: Corriere della Sera

 

 

Non ci sono ancora commenti, Ma puoi inserire il primo



Lascia un commento



Cerca nel sito

Copyright © 2015 - Un progetto del Centro Nazionale Trapianti - Una produzione Think2it