21/11/2017

Trapianti, record alle Molinette: sette interventi in 48 ore

Maratona in sala operatoria: coinvolte diverse équipe. Alle Molinette in due giorni sono stati effettuati  un  trapianto di rene da vivente e 6 trapianti di rene da donatore deceduto.

Nello stesso giorno in cui sarebbe dovuto esserci solo un trapianto di rene da donatore vivente (la moglie di 64 anni ha donato un rene al marito di 70 anni affetto da glomerulonefrite), nel giro di poche ore – grazie alla generosità di quattro donatori e delle loro famiglie ad Asti, Alessandria e alle stesse Molinette – si è trasformato in un momento eccezionale che ha permesso ad altri sei pazienti di ricevere il trapianto.

I donatori di Alessandria sono due uomini di 40 e 74 anni. Una donna ad Asti di 63 anni ed un uomo alle Molinette di 54. I riceventi sono una donna di 54 anni affetta da glomerulonefrite, una donna di 54 anni affetta da rene policistico, un uomo di 37 anni affetto da uropatia malformativa, una donna di 64 anni affetta da rene policistico, una donna di 57 anni affetta da nefropatia diabetica ed un uomo di 67 anni affetto da rene policistico.

È la riprova della funzionalità di un sistema, consolidato in 35 anni di attività, che ha portato al record di trapianti in Italia (quasi 3.300). La «macchina» che porta dalla donazione al trapianto si è mossa in modo coordinato e massiccio: un numero imprecisato ma notevole di medici, infermieri, ausiliari, personale di laboratorio, autisti hanno partecipato alle varie fasi.

Le équipe coinvolte sono numerose: i nefrologi diretti dal professor Luigi Biancone, i chirurghi vascolari diretti dal dottor Maurizio Merlo, gli urologi del professor Paolo Gontero e gli anestesisti del dottor Pier Paolo Donadio per la gestione clinica e chirurgica.

La parte laboratoristica specifica è sostenuta dagli immunogenetisti del Professor Antonio Amoroso e dagli anatomo-patologi del professor Mauro Papotti, non dimenticando gli operatori degli ospedali sedi del prelievo degli organi.

Insomma: la donazione di organi si accredita sempre più come un valore. Un’altra bella notizia è il ritmo che stanno prendendo i trapianti di rene da donatore vivente negli ultimi tempi, ormai a cadenza quasi settimanale. Dal 23 al 25 novembre si terrà il primo Corso nazionale sulla gestione clinica del trapianto di rene presso il Lingotto, organizzato dal professor Luigi Biancone.

Fonte: La Stampa Torino

Non ci sono ancora commenti, Ma puoi inserire il primo



Lascia un commento



Cerca nel sito

Copyright © 2015 - Un progetto del Centro Nazionale Trapianti - Una produzione Think2it