17/07/2017

All’ospedale Molinette di Torino raggiunti i 3.000 trapianti di fegato

Il Centro trapianti di fegato dell’ospedale Molinette di Torino, diretto dal Professor Mauro Salizzoni, docente di Chirurgia alla Scuola di Medicina dell’Università di Torino e Direttore del Centro Trapianto di Fegato della Città della Salute e delle Scienza, la struttura ospedaliera e universitaria più grande del Piemonte, taglia il traguardo dei tremila trapianti.

Il primo, nell’ottobre 1990, su un paziente di 44 anni affetto da epatite virale che ha poi vissuto per 13 anni. L’ultimo oggi su un 55enne affetto da cirrosi, ultimo di una storia ricca di successi, innovazioni e sperimentazioni nell’ambito dell’attività di ricerca scientifica e chirurgica del Centro.

Il prestigioso traguardo è il risultato del lavoro di una rete di ricercatori e professionisti, che insieme ai donatori e alle loro famiglie lo hanno reso possibile.

Un record che, secondo il registro mondiale dei trapianti dell’Università di Heidelberg, fa del centro piemontese il primo in Europa, e tra i primi al mondo, per numero di trapianti e per sopravvivenza condividendo questa posizione prestigiosa con i centri di Cambridge, Dallas, Birmingham e del London Kings College.

A distanza di 10 anni dal trapianto, 73 pazienti su 100 continuano ad essere vivi, traguardo insperato per malattie che lasciano pochi mesi.

Il 5% dei trapianti è stato effettuata su pazienti in condizioni di emergenza nazionale: sull’esito non incide solo la difficoltà clinica e chirurgica, ma anche la variabile tempo, ovvero la capacità di reperire un donatore compatibile ed effettuare il trapianto in poche ore.

Dal 1993 ad oggi sono stati trapiantati 166 pazienti in età pediatrica (6% dell’attività totale). Al luglio 2017 sono in lista di attesa per il trapianto una ottantina di pazienti: l’attesa media è di pochi mesi. I fegati trapiantati a Torino provengono in larga misura da donatori dal territorio piemontese (73%), ma al successo hanno contribuito anche le altre regioni italiane (26%) e in 29 casi Centri esteri (1%).

Il Commissario dell’Azienda Ospedaliero Universitaria Città della Salute di Torino sui 3000 trapianti di fegato all’ospedale Molinette dichiara: Un traguardo storico, un fiore all’occhiello per la Città della Salute, Un’eccellenza a livello italiano ed europeo che diventa un ponte verso il futuro Parco della Salute”

Il Centro di Torino è uno dei primi al mondo per numero di trapianti di fegato eseguiti. Vorrei però andare oltre i numeri e sottolineare la straordinaria qualità degli interventi che hanno restituito e continuano a restituire una vita piena alle migliaia di pazienti curati presso il Centro dell’Ospedale Molinette”, ha commentato Alessandro Nanni Costa, Direttore Generale del Centro Nazionale Trapianti. “Alla qualità si aggiunge un indiscutibile rigore etico, applicato a tutte le procedure connesse al trapianto e un’intensa attività scientifica e di ricerca clinica”.

Infine, conclude Nanni Costa: “Al prof. Salizzoni va anche il merito di aver costruito una scuola chirurgica di altissimo livello, condividendo expertise e tecniche di trapianto con i giovani chirurghi italiani. La mia gratitudine va al prof. Salizzoni, alla sua équipe e a tutti i medici, infermieri e operatori della Città della Salute e della Scienza di Torino”.

 

 

 

Non ci sono ancora commenti, Ma puoi inserire il primo



Lascia un commento



Cerca nel sito

Copyright © 2015 - Un progetto del Centro Nazionale Trapianti - Una produzione Think2it