Progetti » Dall’Estero

TWINNING Program Italia-Slovacchia
Durata: dicembre 2006 - dicembre 2008 Questo gemellaggio tra l’Italia e la Repubblica Slovacca è stato finanziato dalla Commissione Europea tramite il programma PHARE. Il progetto aveva 4 componenti: lancio del progetto ed elaborazione di un’analisi dello stato dell’arte del settore, progettazione e sviluppo di un sistema di gestione qualità, sviluppo di un software ad hoc e preparazione di linee guida, brochures e leaflet informativi per il miglioramento del sistema e per l’adeguamento a ciò che prevedeva la Direttiva 2004/23/EU, e proponendo modelli di formazione per il personale coinvolto. Figura portante è stato il Resident Twinning Adviser (RTA), un chirurgo italiano che si è trasferito per un anno nella Repubblica Slovacca per sovrintendere alla realizzazione del progetto. Documenti: opuscolo Bibliografia. Ferraro C, Di Ciaccio P, Lauro A, Koller J, Kuba D, Kotzigova S, Di Martino MP, Nanni Costa A. A twinning experience between Italy and Slovak Republic. Organs, Tissues and Cells 2007; 10(1):53-55.
EUSTITE (European System for Inspections in Tissue Establishments)
Durata: dicembre 2006 - novembre 2009 Obiettivo principale di EUSTITE è la revisione e l’armonizzazione degli standard e delle metodologie utilizzate per le ispezioni e l’accreditamento delle banche dei tessuti nei Paesi dell’Unione Europea, in base ai requisiti della Direttiva 2004/23/CE, art.5, 6 e 7. In particolare il progetto punta a creare delle linee-guida, comuni ai Paesi membri, per l’effettuazione delle verifiche ispettive, e lo sviluppo di un programma modello per la formazione degli ispettori. Un altro importante obiettivo è la creazione di standard per la classificazione degli eventi e reazioni avverse associate alla qualità e sicurezza di tessuti e cellule. Le linee guida per le ispezioni delle banche dei tessuti sono state raccomandate a livello Europeo ai fini dell’attuazione di quanto prescritto dalla Direttiva EU 2004/23. Gli strumenti elaborati per la classificazione degli eventi e reazioni avverse sono stati inseriti nel documento elaborato dall’Unione per la reportistica dei SAR/SAE a livello comunitario (Direttive 2004/23 e 2006/86). Documenti: opuscolo, linee guida Bibliografia: Fehily D, Delvecchio C, Di Ciaccio P, Ferraro C, Porta E, Bariani F, Villa E, Nanni Costa A, Hornez T, Brankov B, Noel L, Costello P, Garrido G, Cox M, Teskrat F, Kaminski A, Koller J, Kurz H, Witton M. The Eustite project: working towards harmonised implementation of European regulation of tissues and cells. Organs, Tissues and Cells 2007; 10(1): 31-36. Fehily D, Kurz H, Hornez T, Teskrat F, Koller J, Brankov D, Noel L, Costello P, Masterson S, Garrido G, Alvarez M, Cox M, Kaminski A, Uhrynowska-Tyszkiewicz I, Davies T, Deguerra A, Jarabinska V, Delvecchio C, Porta E, Nanni Costa A.  The development of EUSTITE guidelines for the inspection of tissue and cell procurement and tissue establishments in the European Union. Organs, Tissues and Cells 2008; 11 (3): 167-174.
DOPKI (Improving the Knowledge and Practice in Organ Donation)
Durata: gennaio 2006 - dicembre 2008 CNT responsabile WP3 – Definizione metodologia della studio Obiettivo principale è stata la creazione di strumenti specifici per valutare il potenziale di donazione di organi e per definire gli standard di sicurezza e qualità del processo di donazione in modo da incrementare il numero delle donazioni. Il progetto ha prodotto nel 2009 una “Guide of recommendations for Quality Assurance Programmes in the Deceased Donation Process” sulla base della quale l’Organizzazione Spagnola per i trapianti (ONT), insieme alla Transplantation Society Americana e all’OMS sta cercando un consenso internazionale per individuare nuovi indicatori per misurare il potenziale di donazione da donatore cadavere. Questa attività ha portato all’organizzazione, da parte della Presidenza Spagnola dell’Unione Europea e dell’OMS, di un grande conferenza internazionale “Striving to achieve self-sufficiency” che si è tenuta a Madrid dal 23 al 25 marzo 2010 e che ha prodotto un documento di riferimento internazionale nel settore. Documenti rilevanti: Newsletter 2007, newsletter 2009, guida ai programmi di assicurazione di qualità della donazione. Bibliografia. Domínguez-Gil B, Delmonico FL, Shaheen FAM, Matesanz R, O’Connor K, Minina M, Muller E, Young K, Manyalich M, Chapman J, Kirste G, Al-Mousawi M, Coene L, García VD, Gautier S, Hasegawa T, Jha V, Kwek T, Chen ZK, Loty B, Nanni Costa A, Nathan HM, Ploeg R, Reznik O, Rosendale JD, Tibell A, Tsoulfas G, Vathsala A, Noël L. The Critical Pathway for Deceased Donation: Reportable Uniformity in the Approach to Deceased Donation. Transplant International 2011, 24 (4): 373–378.
EUROCET (EUROpean Registry on Organs Cells and Tissues)
Durata: settembre 2005 - febbraio 2007 CNT Coordinatore Costruito sulla base del progetto EURODONOR, EUROCET aveva come scopo la raccolta dei dati europei su donazione e trapianto di organi, tessuti e cellule, da tutti i paesi entrati nell’Unione Europea dal 2004. Dal termine del finanziamento della DG INFSO, a febbraio 2007, il portale è finanziato in ambito nazionale e raccoglie, su indicazione della Commissione Europea, i dati di attività per la donazione e trapianto di tessuti e cellule dalle Autorità Competenti europee, nonché l’elenco delle banche di tessuti autorizzate in ogni Stato Membro. Sito web: www.eurocet.org. Documenti: opuscolo Bibliografia. Ghirardini A, Mareri M, Di Ciaccio Paola, Vespasiano F, Nanni Costa A. EUROCET: The European Network of the Competent Authorities for Tissue and Cells. Blood and Transplant Matters 2010, 30: 22-26
ALLIANCE-O (Alliance for Organ Donation)
Durata: ottobre 2004 - settembre 2007 CNT responsabile WP 4 – Sicurezza e qualità nel trapianto di organi L’obiettivo principale era il coordinamento delle attività di ricerca regionali e nazionali attraverso la cooperazione telematica di programmi inerenti il trapianto di organi, al fine di migliorare la gestione del processo di donazione, la qualità e la sicurezza del prelievo e trapianto di organi, l’allocazione degli stessi e la valutazione degli esiti dei trapianti d’organo. Il risultato principale è stato la pubblicazione di un “libro bianco” contenente lo stato dell’arte delle tematiche coperte dal progetto e una serie di raccomandazioni relative a buone pratiche per il futuro. Documenti rilevanti: White paper. Bibliografia. Villa E, Di Ciaccio P, Delvecchio C, Mattucci DA, Ghirardini A, Venettoni S, Nanni Costa A. Raccomandazioni e proposte per la coordinazione europea della ricerca su donazione e trapianto. I risultati del progetto ALLIANCE-O. Trapianti 2007;11(3):127-135.
EQSTB (European Quality System For Tissue Banking)
Durata: marzo 2004 - marzo 2007 CNT responsabile Gruppo 2 – Realizzazione del registro Il progetto SANCO si proponeva di analizzare i diversi standard e linee guida usati nelle banche dei tessuti europei per quanto riguarda la qualità e la sicurezza, identificare procedure standard operative per creare un Registro dei Tessuti attraverso un database Europeo, creare modelli di training per il personale e un modello per l’accreditamento delle banche a livello europeo. Il risultato principale di questo progetto è stata la redazione di due volumi di linee guida risultate particolarmente utili per l’implementazione delle Direttive europee del settore dei tessuti e cellule. Documenti: Linee guida tissue banking, linee guida audit, final report Bibliografia. Di Ciaccio P, Ghirardini A, Scaglia S, Nanni Costa A. The Eurodonor project: an attempt at harmonization. Organs and tissues 2003; 6(1): 13-17.
COCOON (Building knowledge driven and dynamically adapted networked communities)
Durata: gennaio 2004- aprile 2007 CNT partner – Supporto definizione metodologie risk assessment Il progetto COCOON è stato promosso dal Consorzio dell'innovazione nella gestione delle imprese e della Pubblica Amministrazione che si proponeva di supportare gli operatori sanitari nella gestione del rischio nella pratica clinica quotidiana tramite la creazione di communities dinamiche collegate in rete dedicate a specifiche tematiche. Il CNT, che già dal 2003 aveva concentrato le proprie attività sulla valutazione del rischio in ambito trapiantologico, ha contribuito nell’ambito del progetto, alla definizione delle metodologie. Documenti: Documento Politecnico Milano
EURODONOR (European Donor and Organ Registry)
Durata: gennaio 2003 - giugno 2004 CNT coordinatore Il progetto EURODONOR, primo progetto europeo tra autorità competenti nazionali, ha permesso di creare un portale per la raccolta online dei dati di attività dei trapianti di organo in Europa ed ha consentito di porre le basi di trasparenza e fiducia reciproca, indispensabili per le successive attività di cooperazione in questo settore. Elemento fondamentale è stata la armonizzazione della terminologia e dei glossari utilizzati per la raccolta dei dati che ha permesso di ottenere dati confrontabili relativamente alla donazione, al trapianto e alle liste di attesa. Documenti: opuscolo. Bibliografia. Di Ciaccio P, Ghirardini A, Scaglia S, Nanni Costa A. The Eurodonor project: an attempt at harmonization. Organs and tissues 2003; 6(1): 13 - 17
TWINNING SPAGNA-ITALIA-CROAZIA (Strenghtening the institutional capacity for blood, tissues and cells)
Durata: luglio 2013 - febbraio 2015 Il gemellaggio, coordinato dalla Fondazione Transplant Service dell’Hospital Clinic di Barcelona su delega del Ministero della Salute spagnolo, prevede il supporto per il pieno allineamento della legislazione e della organizzazione del sistema sanitario croato riguardo i servizi trasfusionali, il bancaggio di tessuti e cellule e la riproduzione medicalmente assistita. Il Centro Nazionale Trapianti partecipa in co-leadership e fornisce il supporto di un folto gruppo di short term experts, in particolare per quanto riguarda i sistemi di autorizzazione e ispezione delle banche dei tessuti e cellule e le metodiche di biovigilanza.
FOEDUS Joint Action (Facilitating exchange of organs donated in EU Member States)
Durata: maggio 2013 - aprile 2016 CNT Coordinatore Il CNT ha coordinato l’azione congiunta FOEDUS cui hanno aderito 25 partner da Paesi diversi dell’Unione Europea. L’azione ha: • individuato una metodologia comune per gli scambi di organi sovranazionali; • sviluppato il portale FOEDUS-EOEO dedicato agli scambi di organi; • creato strategie condivise di comunicazione nella relazione con il pubblico, riguardo la donazione di organi in generale e gli scambi di organi in eccedenza tra Paesi UE in particolare. A tal fine nel corso dell’azione congiunta è stato concordato un modello base per futuri accordi bilaterali e multilaterali, è stata sviluppata una scheda di informazioni cliniche necessarie agli scambi nonché un manuale per le strategie di comunicazione a supporto delle autorità competenti e quattro video indirizzati al pubblico nei quali vengono trattati i temi della morte cerebrale, donazione e trapianto di organi ed informazione sul trapianto. Sito web: www.foedus-ja.eu Youtube channel: https://www.youtube.com/channel/UCm1vJrgMq_vFmNCHRftJfgg Link: La morte cerebrale https://www.youtube.com/watch?v=nspvRXM9Goc La donazione degli organi https://www.youtube.com/watch?v=2r62nd8ex_o L'informazione sul trapianto d'organi https://www.youtube.com/watch?v=6n__52hiwVw Il trapianto di organi https://www.youtube.com/watch?v=vlPUjAgHSkg Documenti: Brochure (PDF: 690 KB), Newsletter; Foedus-final-layman report  

Cerca nel sito

Copyright © 2015 - Un progetto del Centro Nazionale Trapianti - Una produzione Think2it