Progetti » Dall’Estero

NOTIFY
Riconoscendo l’importanza della sorveglianza nell’ambito degli usi terapeutici di sangue, organi, tessuti e cellule, la 63ma Assemblea Mondiale sulla Sanità (Ginevra, 17-21/05/2010) ha incaricato l’OMS di “facilitare l’accesso degli Stati Membri a informazioni adeguate sulla donazione, lavorazione e trapianto di cellule, tessuti e organi di origine umana”. In seguito a questo mandato, l’OMS, il CNT e il progetto europeo SOHO V&S hanno dato vita, a partire dal 2011, al progetto NOTIFY con l'obiettivo di promuovere i concetti di vigilanza e sorveglianza nell'applicazione clinica di tutte le sostanze di origine umana (Medical Product of Human Origin - MPHO) al fine di facilitare miglioramenti in tema di qualità, sicurezza, efficacia e trasparenza relativamente all'uso degli MPHO. Dal progetto NOTIFY è nata la prima “biblioteca digitale” mondiale, di pubblica consultazione in grado di riunire l’esperienza sugli eventi e le reazioni avverse nei trapianti di organi, tessuti e cellule (comprese le cellule riproduttive) e nelle trasfusioni di sangue. La NOTIFY Library rappresenta lo strumento principale del progetto, ed è accessibile attraverso il sito in inglese, realizzato e mantenuto dal CNT. La Library si compone di una base di dati ad accesso libero di casi didattici documentati in letteratura di eventi e reazioni avverse gravi derivanti degli MPHO, dalla donazione al follow-up di donatori e riceventi. L'obiettivo principale della NOTIFY Library è quello di condividere casi disponibili in letteratura per fini didattici ad un numero sempre maggiore di utenti, a supporto della conoscenza e per creare maggiore consapevolezza. I casi vengono analizzati, legati alla loro fonte (pubblicazioni scientifiche, report nazionali di vigilanza) e regolarmente aggiornati da cinque gruppi editoriali formati da esperti internazionali in materia di trapianti, trasfusioni e riproduzione medicalmente assistita. L’analisi degli esperti si concentra in particolare sul modo in cui l’evento avverso si è verificato e come è stata dimostrata l’associazione con la fase di donazione, processazione o applicazione clinica della sostanza di origine umana. La NOTIFY Library non è un registro dei registri, ma uno strumento completo, che descrive tutti i tipi di reazioni o eventi che potrebbero avere valore didattico e supportare i clinici nella valutazione del rischio. Sito web: www.notifylibrary.org
MTN
Il “Mediterranean Transplant Network” (MTN),  Rete Mediterranea dei Trapianti, è una rete di cooperazione tra le agenzie nazionali per la donazione e trapianti d’organo o i Ministeri della Salute dei Paesi del bacino del Mediterraneo, nata nel 2008 sulla scorta di un'intensa attività di cooperazione clinica ed istituzionale nel campo dei trapianti d’organo già in essere dal 2005 tra l’Italia ed alcuni Paesi del Bacino Mediterraneo e del Medio Oriente. Obiettivo sostanziale di questa cooperazione, promossa dal CNT e dal Ministero della Salute italiano in collaborazione con il Centro Regionale Trapianti della Sicilia e l’Istituto Mediterraneo per i Trapianti e Terapie ad Alta Specializzazione, è poter trasferire in quei Paesi modelli e politiche per l’incremento ed il miglioramento dell’attività di donazione, prelievo e trapianto. I Paesi firmatari di questa iniziativa sono Tunisia, Libia, Israele, Marocco, Cipro, Grecia, Libano, Egitto, Turchia e Italia. ilsegretariato e' affidato alla Regione Sicilia, a nome e per conto della Rete Nazionale Trapianti. Le iniziative del MTN sono infatti aperte alla cooperazione di qualunque centro trapianti italiano voglia farne parte. Gli obiettivi specifici del MTN sono:
  • la ricognizione delle necessità organizzative e formative dei paesi partecipanti;
  • la definizione e realizzazione di programmi di formazione per professionisti sanitari del settore;
  • la creazione di una rete informatica di collaborazione che consenta lo scambio di informazioni e dati di attività;
  • la definizione di modelli organizzativi per le attività donazione e trapianto, in linea con le linee guida internazionali.
Per gli anni 2010-2013, il MTN ha tratto beneficio di un finanziamento dedicato del Ministero della Salute italiano che ha permesso di realizzare importanti attivita' di formazione nonche' le azioni di start up.
ETN (European Transplant Network)
Nel 2003, durante un incontro dei Ministri della Salute dei Paesi che si accingevano all’epoca ad entrare nell’Unione, fu posto in particolare evidenza il problema della scarsità degli organi evidenziando i vantaggi che una maggiore collaborazione tra Paesi esteri avrebbe prodotto in quest'ambito. Sulla scorta di questa raccomandazione nel 2004 un nutrito gruppo di Paesi, tra i quali si annoveravano oltre all’Italia e alla Repubblica Ceca, Austria, Grecia, Polonia, Ungheria, Repubblica Slovacca, Lettonia, Lituania, Estonia, Cipro e Malta, sottoscrisse una dichiarazione comune che dava vita alla organizzazione intergovernativa European Transplant Network, il cui segretariato fu inizialmente stabilito a Praga e a partire dal 2005 in Italia. Dal 2004 ad oggi, l’ETN ha portato avanti una serie di attività in quattro ambiti principali: la formazione (sette corsi di formazione destinati a professionisti sanitari per un totale di 240 partecipanti), la presentazione di comuni progetti scientifici (MODE, ACCORD), lo sviluppo di iniziative comuni per lo scambio degli organi (progetti COORENOR e FOEDUS, e stipula di accordi bilaterali), nonché la cura degli aspetti legislativi.
MODE Joint action (Mutual Organ Donation Exchanges)
Durata: gennaio 2011 - giugno 2012 CNT Coordinatore L’azione congiunta MODE è cofinanziata dalla Direzione Generale Health and Consumer protection della Commissione Europea nell’ambito del programma Public Health ed è coordinata dal Centro Nazionale Trapianti con la partecipazione di altri dieci partner europei. L’obiettivo è favorire il trasferimento di esperienze positive nel settore dei trapianti tra i paesi partner e di creare sinergie tra i diversi Stati Membri per supportare le autorità nella organizzazione e messa in pratica di politiche sanitarie nel settore.   Documenti: opuscolo, white paper Bibliografia. Di Ciaccio P, Ferraro C, Brezovsky P, Martìn-Escobar E, Nanni Costa A. The joint action MODE (Mutual Organ Donation and Transplantation Exchanges): a sound contribution to implementation of health policies in organ donation and transplantation. Archives of Public Health 2013; 71:3.
SOHO&VS (Substances of Human Origin Vigilance & Surveillance)
Durata: marzo 2010 - febbraio 2013 CNT Coordinatore L’obiettivo del progetto SOHO V&S è stato quello di supportare gli Stati Membri nel creare sistemi di Vigilance e Surveillance per tessuti e cellule utilizzate nel trapianto e nella riproduzione assistita come previsto dalle Direttive su tessuti e cellule. Il CNT ha coordinato il progetto, al quale hanno partecipato 9 partner associati e 15 collaborating partner. Sito web: www.sohovs.org Documenti: opuscolo, linee guida SAER Bibliografia. Fehily D, Bariani F, Porta E, Nanni Costa A. Progetto Vigilance and Surveillance of Substances of Human Origin (SOHO V&S) - Modello per un approccio comune nell’Unione Europea sulla vigilanza di cellule e tessuti di origine umana. Trapianti 2010; 4: 182-186.
COORENOR (Coordinating a European Initiative among national organizations for organ transplantation)
Durata: giugno 2010- dicembre 2012 CNT Coordinatore e leader del WP5 (deceased donation) Il progetto si proponeva di mettere in rete le organizzazioni di donazione e trapianto di organi di svariati paesi europei, al fine di individuare programmi di benchmarking e migliorare i sistemi esistenti. Risultati di particolare rilievo sono emersi dalle attività relative alla donazione da cadavere e agli scambi di organi. Coordinato dal CNT, il progetto ha coinvolto 12 partners, provenienti da 11 Paesi dell’Unione Europea. Grazie al portale realizzato dal COORENOR è stato possibile velocizzare alcuni scambi internazionali di organi tra l’Italia, la Repubblica Ceca, la Polonia e la Francia, consentendo di ridurre tempi di ischemia e di ottimizzare l’uso del pool internazionale di organi disponibili. Documenti: opuscolo, white paper Bibliografia. Di Ciaccio P, Carella C, Procaccio F, Cozzi E, Mihaly S, Kosieradszki M, Font-Sala C, Paczeck L, Rowinski W, Brezovsky P, Fryda P, Nanni Costa A,  on the behalf of the COORENOR consortium. COORENOR: coordinating a European initiatives among National Organizations for Organ Transplantation. Organ, Tissues and Cells, 2013, 16(2): 87-98.
EFRETOS (European Framework for Evaluation of Organ Transplantation)
Durata: maggio 2009 - maggio 2011 CNT responsabile del WP2 (attività di diffusione dei risultati del progetto) e del WP7 (quality assurance) Il progetto aveva come obiettivo la definizione di una metodologia per creare un registro europeo dove far confluire i dati relativi alla valutazione degli esiti dei trapianti di organo. Il CNT ha coordinato sia il lavoro per la dissemination dei risultati che quello per le attività relative alle procedure di assicurazione di qualità dei dati relativi ai follow-up dei trapianti di organo. I risultati dell’EFRETOS sono stati pubblicati in un white paper finale di grande interesse e hanno avuto ulteriore diffusione attraverso articoli in letteratura. Documenti: White paper, opuscolo Bibliografia. Smits, JM, Niesing, J, Breidenbach, T, Collett, D. The making of a pan-European organ transplant registry. Transplant International 2013; 26, 307-314.
EuroGTP (European Good Tissue Practices)
Durata: dettembre 2008 - agosto 2011 CNT partner associato, responsabile gruppo di lavoro audit tecnico Il progetto aveva come obiettivo lo sviluppo di linee guida e programma di formazione per le banche dei tessuti relative a selezione del donatore, prelievo, lavorazione, conservazione e stoccaggio dei tessuti. Il CNT ha gestito l’audit tecnico finale sui risultati del progetto, al fine di valutarne la qualità e l’impatto sul pubblico e formulare raccomandazioni per migliorarli. Ha inoltre partecipato alla stesura delle linee guida finali. Sito web: eurogtps.com
EULIVING (European Living Donation and Public Health)
Durata: maggio 2007 - ottobre 2009 CNT partner associato WP5 - Protezione donatore vivente e diffusione informazione Il progetto si prefiggeva di realizzare una rassegna delle problematiche legali ed etiche relative alla donazione da vivente, nonché la realizzazione di un registro informatico e la stesura di specifiche raccomandazioni in materia. E’ stato inoltre prodotto un opuscolo informativo per il pubblico sulla donazione da vivente, elaborato originariamente in inglese, e successivamente tradotto in svariate lingue (italiano, svedese, norvegese, sloveno, spagnolo, portoghese, polacco e rumeno), al fine di essere distribuito al pubblico attraverso eventi dedicati e presso i centri di trapianto di rene e fegato. Sito web: www.eulivingdonor.eu Documenti: opuscolo in italiano (PDF: 608 KB), opuscolo in inglese (PDF: 3,03 MB) Bibliografia. Manyalich M, Ricart A, Martínez I, Balleste C, Paredes D, Vilardell J, Avsec D, Dias L, Fehrman-Eckholm I, Hiesse C, Kyriakides G, Line PD, Maxwell A, Nanni Costa A, Paez G, Turcu R, Walaszewski J. EULID project: European living donation and public health. Transplantation Proceedings 2009; 41, 2012-2024.
ETPOD (European Training Program on Organ Donation)
Durata: gennaio 2007 - dicembre 2009 CNT responsabile Gruppo 1 - Individuazione bisogni formativi e realizzazione database Lo scopo dell’ETPOD era di strutturare e validare un programma europeo di training sulla donazione per il personale coinvolto nel processo della donazione degli organi per aumentare la consapevolezza nel settore della donazione degli organi, aumentate il tasso di donazione e diffondere informazioni affidabili all’interno della comunità scientifica. Attraverso un programma di formazione per formatori, ben 3291 professionisti sanitari hanno frequentato seminari locali nelle 25 aree identificate. Durante questi seminari, è stato trasferito il know-how acquisito nei singoli ospedali. Alla conclusione del progetto il numero di donatori utilizzati nelle aree identificate era aumentato del 27,8%, mentre quello degli organi prelevanti per donatore del 19,4%. Sito web: www.etpod.eu. Documenti: per ulteriori dettagli consultare il sito Bibliografia. Manyalich M, Guasch X, Páez G, Valero R, del Río M, and ETPOD Partner Consortium. Essentials in Organ Donation Seminars in the European Training program for Organ Donation (ETPOD). Transplantation 2010; 90, 551.

Cerca nel sito

Copyright © 2015 - Un progetto del Centro Nazionale Trapianti - Una produzione Think2it